Moldova: tourism growing exponentially

Travel Quotidiano

Moldova: turismo in crescita esponenziale

La Repubblica di Moldova si sta sempre più affacciando al mondo turistico grazie alla propria genuina tradizione, alle bellezze e alle attrattive.

Sebbene sia poco conosciuta e spesso poco identificata geograficamente, è stata posta da siti di viaggio fra le prime cinque destinazioni turistiche emergenti, in grande divenire sul mercato turistico “alternativo”. La Moldova, infatti, ha parecchie attrattive per un mercato come quello italiano. «E’ sicura, vanta un ambiente naturale intatto fra dolci rilievi dove sorgono piccoli villaggi e lo stile di vita è legato alle tradizioni rurali – spiega Stela Stingaci, ambasciatrice della Repubblica di Moldova in Italia – e permette ai visitatori di vivere esperienze autentiche a contatto con la popolazione. Proponiamo attrazioni storiche, dagli antichi monasteri rupestri alle fortezze medievali, come quelle di Soroca e Tighina, votata alla difesa del territorio tra i Carpazi e il Danubio. Il sito archeologico e naturalistico di Orheiul Vechi, candidato ad entrare a far parte del patrimonio dell’umanità, è un luogo fondamentale della storia moldava: abitato fin dal paleolitico, conserva evidenti tracce del periodo dei Daci e dei Geti e un monastero rupestre a picco sul canyon vicino al villaggio di Butuceni, un vero e proprio albergo diffuso».

Non è poi da trascurare l’aspetto enogastronomico. «Abbiamo portato ospiti a Milano per presentare i propri prodotti:  Asconi e Purcari, note aziende vinicole – aggiunge Nadia Pasqual, rappresentante del Paese in Italia -. Ma anche le cantine più visitate, Milesti Micii (presente nel Guinness dei primati per la collezione di vini più grande del mondo) e Cricova, vere città sotterranee dove il vino viene conservato in ampie gallerie che si snodano per decine di chilometri. Purcari e Castel Mimi sono invece due chateau di fine Ottocento con una prestigiosa storia: i loro vini rifornivano le case reali europee, dallo zar alla regina d’Inghilterra ed oggi si sono strutturate per accedere al mercato Mice». ùSul fronte dei collegamenti, la Moldova si pone in ottima prospettiva: sono infatti numerosi i voli di Air MoldovaFlyOne e Wizz Air che connettono Milano, Bergamo, Torino, Verona, Venezia, Firenze, Bologna e Roma con la capitale Chisinau, che offre strutture ricettive e congressuali con standard internazionali.

Il sito www.moldova.travel presenta una nuova sezione in italiano, con il calendario di eventi culturali ed enologici “Tree of Life”,  che comprende il festival di musica classica all’aperto DescOpera che avrà luogo nel sito di Orhei Vechi, dal 15 al 17 giugno prossimi. Nel 2018 la Moldova sarà anche la capitale del turismo del vino in quanto ospiterà la terza edizione della Wine Tourism Global Conference, con il patrocinio dell’Unwto, che si svolgerà dal 20 al 23 settembre a Chisinau. Le azioni promozionali presentate includono la campagna di comunicazione #BeOurGuest attraverso i social media.

Join ANTRIM